Verso l’infinito e oltre!

20 Gennaio 2017

di Roberta Cane

Anno nuovo, vita nuova!

Quante volte ci siamo ritrovati a dirlo?

Chi ripensando all’anno passato, chi come frase scaramantica per affrontare le avventure in arrivo con l’anno nuovo.
La voglia di cambiamento ha da sempre spinto l’uomo a sfidare sé stesso e l’apparente impossibile, chiunque di noi la può ritrovare nelle piccole cose quotidiane.
Cambiare lavoro, condizione di vita, compagno od anche solo la macchina. C’è sempre una scelta dietro ogni decisione, anche se i nostri nonni dicevano che “chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia, ma non sa quel che trova”!
Ma alla base c’è un tentativo di fuga o un reale bisogno di rinnovo e rinascita?

testata_02

Ci sono eventi importanti nella vita di ognuno di noi che comportano mutamenti drastici: il matrimonio, la nascita di un figlio, la perdita di persone care. La coppia che diventa triade, la relazione d’amore che culmina con lo scambio degli anelli, la mancanza di un affetto: cambiano le priorità, le attese, gli impegni e anche le emozioni si ritrovano ad essere sottosopra.
Abbiamo parlato di ansia, paura, felicità nei nostri appuntamenti precedenti e tutte le emozioni, anche quelle non citate ora, si ritrovano a dover fare i conti con la realtà. La gioia nel vedere i nostri sogni di cambiamento realizzarsi, ma anche l’angoscia nel ritrovarsi in una situazione non desiderata.

Le trasformazioni possono essere repentine, improvvise e coinvolgere diversi aspetti della vita della persona, ma non sempre trovano il soggetto pronto! La crisi psicologica alla base di questi mutamenti genera motivazioni nuove, una curiosità crescente ed una spinta ad organizzare nel migliore dei modi i passi successivi da intraprendere. Perchè non sempre la perdita di equilibrio interiore è sinonimo di perdita o sconfitta: anzi, spesso nel dolore si ritrova la voglia di riscatto e di rinascita che si credeva persi per strada!

Prefissiamoci in modo continuativo degli obiettivi per mantenere alto il livello di concentrazione ed attenzione nei confronti di ciò che facciamo o che andremo a fare!

Csrl Rogers, psicologo statunitense, affermava “Il curioso paradosso è che quando accetto me stesso per come sono, allora posso cambiare

Alla prossima!