Vacanze di Natale: pronti, partenza… Via!

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, recitava un famoso vecchio proverbio.. Ma ad oggi molto è cambiato da quando sono state pronunciate queste parole. Sembra infatti ormai ritenuta un’antica tradizione, l’abitudine di passare le feste natalizie nelle proprie case: si è fatto spazio ad una nuova concezione dove tante sono le persone che approfittano di questo periodo per concedersi un viaggio per festeggiare il Natale in posti incantevoli e suggestivi. Natale, dunque, è anche sinonimo di “viaggio”: regalarsi una piccola vacanza, una breve pausa, una parentesi nel quotidiano vivere. Un modo per cercare di evadere, di scappare, di allontanarsi un po’ dalla routine, dal lavoro, dai quotidiani obblighi e doveri. Staccare la spina e cercare di lasciarsi per un po’ alle spalle i piccoli e grandi problemi di tutti i giorni; alienarsi e proiettarsi completamente in una nuova realtà. Farsi sorprendere, far coinvolgere tutti i cinque sensi, farsi esplodere, vivere. Perché viaggiare significa anche questo: sentirsi liberi, anche solo per poco tempo.

Nonostante la persistente crisi economica che, purtroppo, ancora attanaglia il nostro Paese e gli ultimi fatti incresciosi che hanno colpito al cuore tutto il mondo, molti non rinunciano a concedersi qualche giorno di vacanza per trascorrere momenti piacevoli con familiari e amici. Per cui scegliete le mete a voi più congeniali: è tempo di preparare la valigia e… partire! Vi proponiamo, dunque, alcune mete dove poter trascorrere le prossime festività natalizie in compagnia dei vostri affetti più cari.

Per gli amanti della neve e degli sport invernali, le nostre maestose montagne rimangono, comunque, una delle mete preferite più gettonate, nonostante i prezzi in costante aumento. Le nostre bellissime e suggestive Alpi e i nostri affascinanti Appennini ci regalano sempre panorami mozzafiato. Ma montagna non è, soltanto, sinonimo di sci: per chi predilige trascorrere una tranquilla vacanza, la montagna offre la possibilità di godersela appieno; fare piacevoli passeggiate o delle divertenti ciaspolate immersi nella natura e nella neve; visitare i tipici e caratteristici mercatini di Natale, dove è possibile trovare tutte le particolarità dell’artigianato locale ed enogastronomico. E poi ricreare e cercare quella magica e calda atmosfera in tipici chalets e rifugi, magari davanti al calore del fuoco di un camino acceso, gustando prelibatezze enogastronomiche in compagnia delle persone a voi care.

Per chi, invece, è alla ricerca del “total relax” vi suggeriamo di prenotare una bella vacanza in uno degli innumerevoli centri benessere, dove la parola d’ordine è: rilassarsi! Abbandonate, perciò, lo stress fuori dalla porta d’ingresso e lasciatevi coccolare.. Immersi nel relax più totale delle benefiche e prodigiose acque termali, tra bagno turco, sauna, vasche idromassaggio, fanghi, aromaterapia e cromoterapia, trattamenti benessere e sensoriali, ritroverete le energie perdute.. alla riscoperta dei cinque sensi..

Le Capitali europee hanno sempre il loro fascino: passare il Natale nella bellissima Parigi passeggiando sugli scintillanti Champs – Elysées, significa farsi completamente avvolgere da un’atmosfera unica, fiabesca e magica, in una cornice a dir poco romantica; la capitale britannica, Londra, offre la possibilità di immergersi nella totale euforia di fare shopping nei negozi Harrods, addobbati elegantemente; Barcellona con la sua festosa Rambla è sicuramente una delle mete più gettonate dai più giovani; e poi c’è Berlino, con la sua mega festa alla Porta di Brandeburgo, è una città vivace, ricca di eventi; per gli inguaribili romantici e per coloro che vogliono conoscere personalmente Babbo Natale, non potete non andare a visitare il villaggio di Santa Claus, in Finlandia. C’è poi un’Europa ancora da scoprire che negli ultimi anni sta incuriosendo sempre più molte persone.. Le città dell’Est Europa hanno un fascino del tutto particolare: ricche di storia e cultura, sono piccoli gioielli nascosti ancora da scoprire.

Ed ovviamente c’è sempre la nostra meravigliosa Italia, che occupa un posto d’onore nella classifica delle mete preferite, con tantissime proposte. Quest’anno il Natale a Roma, centro del cattolicesimo, ha oltremodo un valore aggiunto, con l’apertura del Giubileo straordinario della Misericordia, fortemente voluto ed indetto da Papa Francesco. Per chi deciderà di festeggiare il Natale nella capitale, spettacoli, cultura, eventi, mercatini e  concerti non mancheranno sicuramente. C’è poi la suggestiva Firenze, la  “culla del Rinascimento”, con il suo Ponte Vecchio e le sue tipiche e caratteristiche botteghe orafe luccicanti e il Lungo Arno illuminato a festa; per un Natale all’insegna del romanticismo vi proponiamo l’intramontabile città lagunare Venezia,  con le sue strette e suggestive calle, attraversando il Canal Grande a bordo di una gondola. Ma la nostra bella Italia è ricca, inoltre, di piccoli ed antichi incantevoli borghi; piccole perle incastonate che sicuramente affascineranno i visitatori.

Volando oltre oceano, la Grande Mela attrae sempre la curiosità di molti turisti: New York, con i suoi grattacieli, la sua illuminatissima Rockefeller Center con il maestoso albero di Natale, con i suoi colori, il suo intreccio di culture, garantisce senza dubbio caos, divertimento, nonostante i prezzi non proprio accessibili a tutti.

La vacanza “al caldo”, in quelle magnifiche isole nei mari incantati dalle acque cristalline, lontano da tutto e da tutti, resta ancora un sogno realizzabile per pochi fortunati. Maldive, Caraibi, Isole dell’Arcipelago Indiano, sono, senza dubbio, incantevoli paradisi terrestri: magici luoghi sperduti e immersi nella natura selvaggia ed incontaminata che ci fanno sempre fantasticare ad occhi aperti..

Tante idee e proposte, insomma, per un Natale.. con la valigia! Per chi ha la possibilità di concedersi un “piccolo viaggio” per ritrovare se stessi.. In fondo, ogni viaggio parla un po’ di noi perché “viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato.” (Edgar Allan Poe)

 

Alessia Coleschi