Tutti creativi con ManualMente!

Finalmente ci siamo, ritorna dal 24 al 27 settembre, al Lingotto Fiere la dodicesima edizione di Manualmente: la rassegna sulla creatività, soprattutto manuale, che da dodici edizioni, appassiona migliaia di visitatori.

In questo caso è più giusto parlare di partecipanti, poiché questa manifestazione, consente a tutti gli appassionati, di visionare le creazioni d’innumerevoli espositori, ma soprattutto di partecipare a tantissimi laboratori e workshop, inerenti a diverse occupazioni creative.
Questa è l’epoca dove l’informatica, con i suoi bit, ha reso quasi tutto digitale. Molte delle nostre attività sono vissute attraverso un video, la creatività umana sempre più spesso è espressa
attraverso una serie d’informazioni alfanumeriche, quindi è quasi doveroso ritagliarsi momenti in cui il percorso mentale creativo (qualunque esso sia) trovi la realizzazione pratica attraverso l’uso
delle mani. Questa rassegna stimola la voglia di fare e la creatività dei visitatori.

Nei quattro giorni della manifecreativitàstazione, sarà possibile partecipare a tantissimi laboratori,        spesso gratuiti, tenuti da esperti della materia inerente. Oltre ad apprendere e imparare tecniche  e discipline creative, ci sarà anche la possibilità di dotarsi dei materiali necessari per svolgere  l’attività che ci appassiona. L’attenzione è rivolta non solo a un pubblico adulto, ma anche ai    più piccoli, in quanto diverse sono le iniziative pensate per coinvolgerli in maniera giocosa e  divertente. Tantissime sono le attività proposte, si va dalla realizzazione di portachiavi in  maiolica alla decorazione di sfere natalizie, dalle tecniche di ricamo alla stampa su tessuto, dal  cake design al decoupage.

 

 

img_0021

Per esempio, avete un vecchio mobile o una sedia, cui volete dare un nuovo aspetto? Una stanza da reinventare? Partecipate al laboratorio tenuto da Tommaso Bottalico, un maestro d’arte che saprà svelarvi tecniche di pittura shabby, anticatura, decapatura, così da ricreare gli oggetti che appartengono al nostro quotidiano, dandogli nuove vesti più emozionali.
Non più cose virtuali, rendering e parole digitalizzate ma creazioni vere e proprie, con materiali reali, quali il legno, la carta, la stoffa etc…
Chi più ne ha più ne metta, di fantasia s’intende; perché la capacità, di costruire, di assemblare, di cucire, di dipingere o di cucinare quello che la nostra mente ha pensato, è un’arte che dobbiamo
mantenere e coltivare attraverso la passione e la voglia di fare.

Per informazioni riguardanti i laboratori, i prezzi, gli espositori e il programma

www. manualmente.it

Andrea Frullini