TSF – TORINO STAND UP FESTIVAL

2° Edizione

19 Febbraio – 18 Marzo 2016

Comunicato stampa di Tac Tutta un’Altra Comicità

Torino ospita la seconda edizione del TSF – Festival di stand up comedy, organizzato dall’associazione TAC Tutta un’Altra Comicità.

Un esperimento iniziato quattro anni fa, quello della stand up comedy, diventato subito una passione, poi una serie di date sold out con le stagioni artistiche “Banditi” e dall’anno scorso un Festival dedicato, il primo e attualmente l’unico in Italia.

Perché la comicità è sempre fatte di risate. Qui però sono il mezzo, non il fine.

 

Primo appuntamento

saverioraimondoVenerdì 19 Febbraio ore 21.30

Saverio Raimondo in Live

Saverio Raimondo, dopo il successo del DopoFestival di Sanremo e del suo programma CCN su Comedy Central, torna ad esibirsi con il suo rinnovato show di stand up comedy: un cocktail di satira feroce, humour surreale, comicità demenziale, paradossi e oscenità, il tutto servito nel suo tipico stile “americano”.

Saverio Raimondo ridicolizza qualunque cosa, a cominciare da sé stesso: la sua vita privata, le sue paure, il suo corpo. Fa ironia su tutto: i soldi, il cibo, il sesso. Vede il lato buffo in qualunque cosa: nella democrazia, nella privacy, nelle nuove tecnologie. Il suo punto di vista è che non  dovremmo prendere sul serio un mondo che a sua volta ci prende in giro.

 

Secondo appuntamento

Venerdì 26 Febbraio ore 21.30

Edoardo Ferrario Live

Live è un monologo di stand up comedy sulla nostra epoca animato da personaggi assurdi quanto familiari: frati trappisti, organizzatori di sagre paesane, fratelli famosi, giovani storici dell’arte, assistenti universitari, criminali umbri, proprietari di compro oro dal fosco passato e, per la prima volta su un palcoscenico, lo zio di Bob Dylan.

 

Terzo appuntamento

Venerdì 4 Marzo ore 21.30

Enrico Zambianchi in LOV – o dell’incomplet amor

“Lov – o dell’incomplet amor”  è il quarto spettacolo di stand-up che il comico romagnolo confeziona  per teatri e locali. Se è vero che l’amore viene dichiarato e usato in così tante forme della nostra vita, come mai non riusciamo a coronare  l’idea di un mondo basato su un sentimento così nobile? Siamo sicuri che Adamo non avrebbe preferito giocarsi una costola per un KTM 250, anziché Eva? Potrei suonare sabato mattina dal mio vicino Testimone di Geova e con un sacchetto di vermi in mano, chiedergli se sa cosa l’aspetta nel futuro? Se mia moglie mi chiede se ricordo la nostra canzone, pensa a noi come a dei compositori?

Il rapporto di coppia viene eviscerato a cerchi concentrici per toccare temi che vanno oltre l’intera esistenza e scoprire che anche le passioni ci vengono imposte come prodotto commerciale. In una serie di carambole concatenate e metafore inaspettate, tra una risata e l’altra, potremo avvicinarci ad un aspetto della nostra vita che ci appartiene profondamente e vedere che noi … siamo come amiamo.

 

Quarto appuntamento

Venerdì 11 Marzo ore 21.30

Daniele Fabbri in Contiene parolacce

Esiste a Roma un ristorante noto in tutto il mondo perché i clienti vengono presi a parolacce. Mozart e Leonardo Da Vinci adoravano le parolacce. I film e le serie tv sono piene di parolacce. Tutti noi le usiamo ogni giorno. Perché proprio i comici dovrebbero astenersi?

Quinto monologo di Stand up Comedy di Daniele Fabbri, “Contiene parolacce” è un esilarante spettacolo sulla repressione del linguaggio che sta rendendo sterile e ipocrita il mondo dell’intrattenimento. Sebbene sia logico tenere un linguaggio pulito in certi ambiti seri o istituzionali, è altrettanto vero che il linguaggio volgare è nato e cresciuto proprio nei luoghi popolari del divertimento! Nonostante il linguaggio pubblico si evolve in ogni epoca, i comici sono spesso vittime di una censura reazionaria sulle parole, che ne aumenta la negatività e le priva della loro capacità giocosa, sociale e liberatoria.

Daniele Fabbri si scaglia contro questo ennesimo tabù, attaccandolo direttamente per ripristinare il valore civile di un linguaggio libero ed esplosivo: lo scopo è quello di tornare a parlare di amore, famiglia, relazioni, lavoro, cibo e altri argomenti di vita quotidiana ma senza peli sulla lingua, con una comicità ripulita dal perbenismo e dai luoghi comuni.

 

Quinto appuntamento

Venerdì 18 Marzo ore 21.30

Francesco de Carlo in Cose di questo mondo

Il comico romano Francesco De Carlo, il primo stand up comedian italiano ad esibirsi in inglese davanti alle platee internazionali, è ospite del TSF con il suo nuovo spettacolo.

Dopo un tour mondiale che lo ha portato a Londra, Edimburgo, Berlino, Mosca, Johannesburg, Oslo, Helsinki, Canada, Svizzera, Slovenia, Sud Corea, Estonia e Lettonia, il comico romano torna in scena in Italia con un’ora tutta nuova.

Un monologo scritto in viaggio, pieno di esperienze fatte in giro per il mondo, e tante altre cose che però qui non si possono dire.

 

Biglietto intero 12 €

Info e prenotazioni: info@comicitac.it

Biglietti acquistabili alla cassa o direttamente sul sito

Ferramenta in Via Bellezia 8/g a Torino

www.torinostandupfestival.it

 

 

L’associazione culturale TAC Tutta un’Altra Comicità, presente ormai da quasi dieci anni sul territorio torinese, è  attiva nel mondo del teatro e del cabaret e si muove con l’intento di promuovere nuovi linguaggi teatrali, con particolare attenzione al linguaggio del comico, attraverso la creazione e produzione di spettacoli, la didattica e la promozione di eventi.

Tac Tutta Un’Altra Comicita è anche su Facebook.