Statuto: all’Hiroshima Mon Amour

20 Aprile 2018

Nati nel 1983 prendono nome dalla piazza dove si ritrovano i Mods a Torino, dei quali sono diventati l’espressione musicale anche a livello nazionale.

Primi in assoluto in Italia a suonare ska e con testi in italiano, pubblicano il primo album nel 1988.

Nel 1992 raggiungono il massimo della popolarità nazionale grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo con il brano ABBIAMO VINTO IL FESTIVAL DI SANREMO, che si piazza in finale nella manifestazione canora e raggiunge immediatamente la hit-parade dei singoli dove rimane per ben due mesi.

Gli Statuto sono una realtà unica nel panorama della musica italiana, perché con il loro stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica ora diventata di “moda” che non si limita al solo ska, ma passa anche per il soul e il beat.
“Va tutto bene” è la canzone che celebra i 35 anni degli Statuto, i quali  festeggiano con un tour celebrativo.

Allo stesso tempo “Va tutto bene” è anche il brano che dà il titolo allo spettacolo teatrale di straordinario successo di Max Giusti.

Composto da Oscar Giammarinaro e Giuliano Rinaldi, “Va tutto bene”, è un “punto della situazione della vita” (che prima o dopo capita di fare un po’ a tutti) realistico e nel contempo ottimistico.

Scandito dal ritmo coinvolgente e la melodia accattivante, abbinati all’ironia e alla personalità degli interpreti, il brano risulta immediatamente un felice “tormentone”, che suona raffinato grazie agli archi scritti e suonati da Davide Rossi e gli arrangiamenti e la produzione di Max Casacci dei Subsonica.

Il retro del singolo contiene “Saluti dal mare” pubblicato dagli Statuto per la EMI nell’estate del 1993 (premiato anche al Cantagiro) mai uscito prima su vinile.