Lupin III

Lupin III è sicuramente uno tra i personaggi più amati del piccolo schermo, le sue vicende e il suo  appeal hanno ammaliato e conquistato intere generazioni regalando emozioni con le sue avventure e i suoi amori.

Ma facciamo un piccolo viaggio per aver chiaro come nasce il personaggio del ladro gentiluomo ideato da Monkey Punch, suo disegnatore e padre putativo. Lupin nasce all’alba degli anni 70′, più precisamente nel 1967, come molti sapranno le avventure del ladro gentiluomo sono ispirate dal più datato Arsenio Lupin, personaggio nato dalla penna dello scrittore francese Maurice Leblanc e amatissimo in Giappone. Kazuhiko Katō, il cui nome d’arte è per l’appunto Monkey Punch, ha dato vita prima ad un manga e poi successivamente all’anime.

Non tutti forse sanno che la sua prima versione non era dedicata ad un pubblico di bambini, ma ad un pubblico principalmente di studenti universitari che sicuramente apprezzavano i continui riferimenti sessuali contenuti tra le pagine di Lupin.

A noi europei è arrivata la versione più castigata in forma di cartone animato che ha reso Lupin e i suoi amici sicuramente uno dei più apprezzati e amati cartoni animati in televisione.

Insieme agli inseparabili Jigen e Goemon, il nipote di Arsenio Lupin, dà vita ad avventure sempre nuove e sempre affascinanti, inseguito dal mai domo Zenigata, il ladro gentiluomo ha sempre dato vita ad un cartone animato capace di conquistare tutto il pubblico televisivo, dai più piccoli fino ai più grandi.

Facendo una panoramica sul personaggio di Monkey Punch, non possiamo dimenticare la passione dello stesso Lupin per le donne. La più conosciuta e apprezzata è sicuramente Fujiko (nella versione europea Margot) che nonostante tutte le avventure passate con il ladro della due cavalli, non diventerà mai sua moglie.

Infatti, in una delle ultime serie animate Lupin l’avventura italiana sposerà la ricchissima e affascinante Rebecca Rossellini. Ma nonostante questo, Fujiko Mine rimane sicuramente uno dei personaggi più importanti e amati di questa fortunatissima e apprezzatissima serie.

Michele Dicanosa