Live Show Orbassano 2017/2018

 

Sabato 07 ottobre

dalle 15.30 alle 20.00 in Piazza Re Umberto I

Openday del Teatro

 

ore 21.00 al Teatro Pertini

Il Mutamento Zona Castalia/ISAO Festival

A NOI VIVI! PARADISO

 

Per inaugurare la nuova stagione teatrale, torna l’Openday in Piazza Re Umberto I organizzato da Mulino ad Arte, con il sostegno di Città di Orbassano e la collaborazione delle associazioni culturali del territorio.

Intrattenimento a ingresso libero per informare la cittadinanza di tutte le offerte culturali disponibili.

Alle ore 21.00, presso il Teatro Pertini, andrà in scena lo spettacolo “A noi vivi! Paradiso”, terza ed ultima tappa di un progetto triennale de Il Mutamento ZC in omaggio alle cantiche dantesche, nel quale verrà coinvolto anche un gruppo di bambini dai 6 ai 10 anni selezionati tra i giovani orbassanesi.

Per proporsi, basta scrivere a info@mulinoadarte.com o chiamarci al 370 3259263!

La partecipazione è gratuita e prevede massimo un pomeriggio di prova e l’allestimento in teatro nel giorno sabato 07 ottobre.

 

una produzioneIl Mutamento Zona Castalia – Festival La Fabbrica delle Idee / Progetto Cantoregi

in collaborazione con Fondazione Paideia

 

con

Eliana Cantone, attrice

Elena Fresch e Matteo Mazzei, acrobati, clowns, artisti di circo contemporaneo

Fabio Partemi, conduttore di drumcircle

e con i bambini partecipanti

 durata 60’

Il paradiso è per i bambini.

Il paradiso è la costruzione di un possibile futuro.

Il paradiso è l’utopia.

Il paradiso è un gioco.

 

Il paradiso è uno spettacolo per tutti: un’esperienza ludico-formativa per i piccoli, una ricerca del paradiso perduto (eppure riconquistabile!) per gli adulti.

Lo spettacolo prevede la partecipazione di bambini tra i 7 e gli 11 anni. Non si tratta di uno spettacolo per bambini ma di uno spettacolo con bambini, un’opera articolata che intende evocare la possibilità di un “paradiso”, ovvero di una possibile dimensione futura di benessere; un benessere che parte da se stessi per diffondersi e comunicarsi agli altri o che, viceversa, parte da una collettività per diventare patrimonio del singolo individuo.

Il paradiso è l’utopia che concorre alla costruzione del possibile futuro, il paradiso è per i bambini: per avere il paradiso è necessario tornare bambini.

Il percorso non può che partire dal coinvolgimento dei piccoli, in una dimensione più ludica che educativa; sicuramente espressiva e formativa, anche per gli adulti partecipanti.