L’ascesa di un King: Salmo.

Weekly Hip – Hop Culture

Maurizio Pisciottu, in arte Salmo è uno dei rapper e produttore discografico sardo ed è co-fondatore, come abbiamo già detto della Machete Empire Records.

La sua carriera però nasce molto prima della Machete, esattamente nel 1997, all’età di 13 anni sia da solista sia con il gruppo rap metal Skasico, con il quale incide tre album. Fino ad allora Salmo era conosciuto solo nella sua regione, ma nel 2011, con il suo primo album in studio, The blond Chainraw Massacre ottiene un a popolarità immensa a livello nazionale che lo aiuterà a fondare la Machete Empire Records in un anno e a incidere un secondo album Death USB che lo porterà a vincere il premio come “Best Crossover” agli MTV Hip-Hop Awards del 2012.

Il rapper sardo sembrava essere all’apice del successo sia come solista sia insieme alla sua crew, ma riesce a superarsi ancora una volta grazie al suo terzo disco MidNite che lo fa arrivare in testa alla classifica italiana degli album.

Con la fama e il successo sono arrivate anche le diverse polemiche per Salmo, nei confronti dei testi molto forti nelle sue canzoni, così come accuse di omofobia, nonché dei veri e propri fissing (sfide tramite canzoni a due ove ci si offende tra artisti) con il rapper Inati e con Pino Scotto.

Pur avendo una sua etichetta discografica, i primi tre album di Salmo, così come il suo primo album dal vivo sono stati prodotti da Tanta Roba un’etichetta fondata da un altro rapper italiano, Cruè Pequeno; Salmo ha recentemente deciso di staccarsi da Tanta Roba e il suo quarto album, in uscita a febbraio 2016 dal titolo Hellvisbruck sarà targato Machete Empire.

Lo aspettiamo con ansia per vedere se ci stupirà di nuovo.
Ice