La fattura elettronica

30 Luglio 2018
La circolare dell’Agenzia Entrate: i nuovi chiarimenti in tema di fattura elettronica

Dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo tale per cui tutte le fatture dovranno essere emesse in formato elettronico, sia nei confronti della Pubblica Amministrazione (il cui obbligo è in vigore ormai dal 2014), che nei confronti di soggetti IVA (il cosiddetto B2B), che nei confronti dei privati cittadini.

La Legge di Bilancio 2018 aveva previsto l’anticipazione di tale obbligo al 1° luglio 2018 per le cessioni di carburanti da autotrazione nell’ambito dei rapporti tra soggetti passivi, e per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese operanti nel quadro di un contratto di

fattura elettronica
fattura elettronica

appalto con un’amministrazione pubblica sono anch’essi anticipati al 1° luglio 2018.
Il D.L. 79 del 28 giugno 2018 ha però prorogato l’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica al 1° gennaio 2019 per le cessioni di carburante (ma non per i contratti di sub-appalto).
In data 2 luglio 2018, l’Agenzia Entrate, con la Circolare n. 13/E, in risposta ai quesiti posti dalle associazioni di categoria e dai contribuenti in tema di fatturazione elettronica, ha fornito chiarimenti in merito all’invio della fattura in ritardo, allo scarto del file telematico e alla conservazione del documento.
Per agevolare il lavoro dei Professionista e fornire una adeguata informazione ai clienti è stato predisposto un modello di lettera da trasmettere al cliente.