La buca delle fate

8 Febbraio 2017

di Lucia Tremitibuca delle fate 1

In molte località italiane sono ubicate le Buche delle Fate.

Si narra che vi abitino da tempo immemorabile un gran numero di fate, vere e proprie colonie, le quali beneficano delle correnti termali del sottosuolo e preparano pozioni medicamentose.

Queste Buche si presentano come una serie di grotte scavate nel tufo o nella pietra alcune delle quali si aprono su pareti rocciose.

La loro origine si perde nella notte dei tempi.buca delle fate 2

Le fate, gioiose creature silvane, partecipano dei segreti della natura e ne sono le principali custodi accrescendo con le loro benefiche magie le bellezze paesaggistiche.

A Pienza, in Toscana, per fare un esempio, queste bellissime entità sono capaci di farsi vedere all’uomo in tutto il loro  splendore sull’unica terrazza della grotta che si affaccia sul Monte Amiata che per la posizione spettacolare la rende unica e raggiungibile con qualche piccola difficoltà attraverso il bosco.

Se qualche fortunato riesce ad entrare in queste buche,  inoltrandosi in questi atri e cavità, deve rispettare il magico silenzio che vi regna perché tutto lì è quiete.

Alcuni, i più fortunati,  sono riusciti anche a vederle intente a filare magici gomitoli di lana dalle virtù prodigiose. Questi filati naturalmente non sono per loro perché amano per lo più vestirsi con tele intessute dai ragni.

Salva