Il cocktail Long Island

Secondo un recente sondaggio effettuato su fruitori di locali e bar dai 25 ai 40 anni si è scoperto che il cocktail più alla moda e attualmente più richiesto è il Long Island.

Non tutti sanno però che il vero nome di questo famosissimo cocktail, a base di vodka, gin, rum bianco, triple sec, succo di limone e un po’ di coca cola è Long Island Iced Tea, non per la presenza del Thè fra gli ingredienti ma per il suo aspetto finale che somiglia proprio a quello della tipica bevanda britannica.

Come la maggior parte dei cocktail è difficile individuare la sua effettiva data di nascita.

Alcuni fanno risalire la sua prima “apparizione” durante gli anni del Proibizionismo Americano del 1919 quando veniva servito all’interno dei locali “Speakeasy”.

Altri ancora affermano che non sia nato a Long Island bensì a Kingsport nel Tennesee.

Dopo un lungo periodo di assenza fu riproposto negli anni ’70 nelle feste dei college americani ed è tuttora molto gettonato in tutti i locali da ballo di tutto il mondo.

Nonostante l’effettiva difficoltà di individuare la vera data ed il vero luogo di nascita di questo famosissimo cocktail, possiamo sicuramente dire che un barman di nome Rosebutt Butts di Long Island, del locale “All Oak Beach Inn”nel 1974 propone e trascrive un cocktail con gli ingredienti che conosciamo e  grazie all’aggiunta della coca cola crea questo nuovo cocktail.

Fresco e dissetante, forte e leggero allo stesso tempo è uno dei cocktail più famosi al mondo anche se non è l’emblema del “bere responsabile” e contravviene alla regola della mixtologist, di non utilizzare mai due basi alcoliche per una bevanda, figuriamoci tre o quattro…

Francesco Pellino