Il bullismo

18 Dicembre 2017
Il bullismo è un comportamento aggressivo e di prevaricazione ripetuto nel tempo.

Le persone che commettono atti di bullismo possono agire singolarmente oppure in gruppo, sia di persona, sia attraverso il web o sui social network.

Gli atti di bullismo sono caratterizzati dal ripetersi delle aggressioni, sia fisiche che verbali, e dalla loro particolare gravità.
In ogni caso il bullismo è un reato; chi viene ritenuto colpevole, anche se minorenne, rischia pene pesanti come sospensione o espulsione dalla scuola, bocciatura, obbligo di lavori sociali, risarcimenti economici.

Elenco di atti di bullismo, a titolo di esempio:

insulti e prese in giro
offese per l’aspetto fisico
esclusione da gruppi o persistente non considerazione
uso di soprannomi volgari
offese per l’orientamento sessuale – bullismo omofobico e transfobico
offese per il colore della pelle, origini o religione
minacce o costrizione a fare qualcosa contro la propria volontà
telefonate o email offensive
danneggiamenti o furti di oggetti personali
violenze fisiche (spinte, calci, pugni).