Horace Andy all’Hiroshima Mon Amour

5 Aprile 2018

L’artista giamaicano Horace Andy, classe 1951, uno dei più apprezzati artisti della scena reggae internazionale ed in attività sin dalla fine degli anni sessanta, si esibirà giovedì 5 aprile all’Hiroshima Mon Amour.

Dopo l’esperienza a Studio One, Horace Andy collabora con molti dei maggiori produttori giamaicani dell’epoca: Bunny Lee, Augustus Gussie Clarke, Leonard Santic Chin, Keith Hudson, Derrick Harriott, Winston Holness (Aka Niney The Observer), King Tubby e Prince Jammy.

Nel 1973 realizza il secondo album, prodotto da Bunny Lee: You are my Angel (su etichetta Trojan). Del 1977 è invece uno dei suoi album più famosi: In the Light, registrato per l’etichetta Hungy Town di Everton Da Silva.

Dopo la brillante carriera giovanile, per molti anni Horace Andy viene quasi completamente dimenticato dal grande pubblico: il suo “nuovo” successo ha preso avvio a seguito della collaborazione nei primi tre dischi del gruppo inglese trip hop Massive Attack, nella prima metà degli anni novanta. In Blue Lines, primo album dei Massive Attack, del 1991, Horace Andy canta 3 canzoni: One Love, Five Man Army e Hymn of the Big Wheel. In Protection, disco del 1995, Horace Andy canta 2 canzoni: Spying Glass e Light My Fire (cover dell’omonimo brano dei The Doors). In Mezzanine, del 1998, canta Angel, Man Next Door ed Exchange. Infine in Heligoland, del 2010, collabora in Splitting the atom e Girl I love you.

Complici anche il ritorno nel reggae alle sonorità degli esordi (il cosiddetto roots reggae) e l’intensa attività di riscoperta e di ripubblicazione di veri e propri capolavori della musica reggae intrapresa da alcune etichette quali Blood and Fire e Pressure Sounds, la carriera di Horace Andy ha un nuovo impulso portandolo a incidere nuovi dischi e ad esibirsi dal vivo in tutto il mondo, Italia compresa.

Famoso per il suo particolare e riconoscibilissimo stile vocale, il falsetto, è un fedele devoto della dottrina rasta e molte delle sue canzoni trattano temi religiosi e di giustizia sociale. Tra i brani più famosi ricordiamo You are my Angel, Skylarking, Problems, Money Money, Government Land.