Giornalismo nell’era digitale

Dalla storica linotype che fondeva i caratteri nel piombo ai computer dei giorni nostri.
Dalle nostalgiche macchine da scrivere agli smartphone di cui oggi non possiamo fare a meno.
È una vera e propria rivoluzione del mondo dell’informazione, quella descritta nel prossimo incontro organizzato da Unitre con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Orbassano.

Lunedì 14 gennaio alle 17,30, presso la sala di rappresentanza del palazzo comunale di piazza Umberto I, si parlerà di “Giornalismo nell’era digitale” con Paolo Polastri, redattore del settimanale L’Eco del Chisone.
Come è cambiato negli anni il modo di fare informazione? Se una volta era il lettore che andava a cercare la notizia, oggi si è travolti da un flusso incessante di informazioni che svelano nuovi scenari.
Panorami in cui le regole vengono troppo spesso dimenticate. I tempi si sono ridotti a pochi attimi.

L’approccio con la notizia è mutato. Ora l’utente può interagire, creare palinsesti personalizzati a seconda dei propri gusti o necessità. È qui che il giornalista non deve perdere di vista la sua professionalità, la sua deontologia. E guidare il cittadino a districarsi nel complicato mondo dei social network, troppo spesso condito di fake news alimentate dalle masse.

Solo il giornalista può indicare ai lettori la strada giusta da seguire per poter conoscere il vero dal verosimile. Di guidarli lungo autostrade elettroniche di sicura affidabilità.