Conosci Francesca Sanzo?

Una bolognese, le carote e il meraviglioso corpo umano

Francesca-Sanzo

Francesca Sanzo la conoscevo virtualmente per i suoi libri , così diretti e dannatamente veri, ma avevo già intuito che fra quelle righe volteggiasse una farfalla che di personalità ne aveva ancora tanta da mostrare. Chiamatela empatia, ma così è.

Mentre mi dirigevo all’incontro “Dieta, Movimento e Salute ripartiamo alla grande”, dove lei sarebbe intervenuta, avevo assistito ad una scena che pareva profetica. Avevo sentito apostrofare una ragazza con un avvilente “Ehi cicciona” da un branco di ragazzini in libera uscita ed il tempo si era fermato; lei aveva gridato un “Prego?” ovattato ed io poco più in là avevo incrociato le braccia, pronta a scattare in aiuto se fosse stato il caso. Il branco si era poi disperso e anche noi. Ciao ragazza dal piumino blu, avrei voluto abbracciarti.

Ma torniamo al Poliambulatorio Es  e alla sua iniziativa …Per iniziare bene il 2017 un incontro di questo tipo era proprio quello che ci voleva! E se il nostro corpo umano è stato paragonato ad una macchina di cui prendersi cura…Diciamo che a guidarla in questo pomeriggio c’erano la nutrizionista Dr.ssa Pareschi Marta, la cardiologa Dr.ssa Paola Lusardi e un’autrice Francesca Sanzo che nella sua muta ha perso ben 42 kg.

Francesca Sanzo_Poliambulatorio ES

E poi anche un buffet ricco di cose buone, ma sane.

Poliambulatorio ES_buffet

La preparazione di queste professioniste ci ha spinto a riflettere e a valutare uno stile di vita attivo e sano, non solo per la salute del nostro cuore e del nostro stomaco, ma dell’intero corpo e della mente. Un esempio? Preferire alimenti dall’indice glicemico basso (zuccheri) ma verificando anche il loro carico glicemico (concreto quantitativo di carboidrati). Occhio al sale e agli zuccheri nascosti, imparando a leggere le etichette e preferendo, quando possibile, un piatto unico che associ ad una piccola porzione di carboidrati e proteine, una generosa porzione di frutta e verdura.

Scoprire una cucina povera di sodio, ma ricca di gusto con le spezie e soprattutto fare movimento 3-4 volte la settimana, approfittando anche del quotidiano camminando, facendo le scale o i lavori domestici!

Tutto questo con misura e non necessariamente con la bilancia alla mano: niente digiuni, ma cambiando le proprie abitudini poco per volta con costanza. D’altronde i nostri antenati, di cui conserviamo gelosamente il DNA, si nutrivano di cibi naturali e mai raffinati: semi, vegetali, carni magre e frutta. Senza esagerare, torniamo almeno nel quotidiano alle origini: riscopriamo i cereali integrali ricchi di fibre, le verdure, le proteine vegetali o animali di qualità e i grassi buoni come olio extra vergine, i semi e la frutta secca.

A questo punto, come se non fosse già complicato, viene il bello o il ballo se si vuole… Basta che ci si muova appunto!

Ormai giunti alle battute finali è arrivata l’ironia di Francesca Sanzo che ha sorpreso tutti… Perché a lei che le carote abbiano un pessimo indice glicemico, non è andata proprio giù ;-) ! E abbiamo cercato di dirle che hanno un basso contenuto di carboidrati e che può consumarle crude… Ma ormai era partita come un treno a raccontare quanto fosse buono il Bicerin!

Collage_Sanzo_specchiata

Un treno in corsa, che donna Francesca! Ci ha regalato emozioni autentiche, con quel piglio deciso di chi ha lasciato la rabbia agli altri ed è andata avanti fiera. Meravigliosa, bella, commuovente a tratti… Mentre nascondevo le mie lacrime per non incrociare il suo sguardo.

E lei ci gridava di scendere dal divano per noi stessi, di riappropriarci del mutevole cambio delle stagioni passeggiando nel parco e di volerci bene… Mentre leggeva alcuni passi dei libri autobiografici più belli che io abbia mai letto e che lei, sinora, abbia scritto.

E intanto io immaginavo la sua anima nera celarsi e far capolino fra le virgole, mentre Francesca la scalzava a calci nel sedere fra un punto e virgola ed un esclamativo sino all’epilogo che non è un vissero felici e contenti, ma un più realistico vivere la vita a due passi dalla meta!

Marianna Ardu – @Amicaweb

Marianna

Aspirante scrittrice...entusiasta e curiosa! Se non sono online, mi troverai con il naso in un libro ;-) Marianna @Amicaweb