Collisioni 2015: musica, arte, letteratura e vino per creare un grande festival

Se ascoltate grande musica e incontrate artisti tra i più noti, in un paesaggio splendido, quale quello delle Langhe, sorseggiando grandi vini con una prelibata cucina, quella piemontese, allora vi trovate sicuramente a Barolo, al Festival Collisioni 2015.

Un festival tra i più noti e attesi, dove le grandi performance musicali, sono solo l’apice di un programma ricchissimo di conferenze, dibattiti, incontri con autori, filosofi e musicisti in uno scenario unico (non per niente patrimonio dell’Unesco), dove le piazze e le vie di Barolo diventano il più idoneo palcoscenico per una serie di eventi davvero imperdibili.

Si parte davvero col botto, infatti, la prima sera di apertura vede protagonista Vinicio Capossela, che con il suo concerto mette in scena il mondo e le atmosfere presenti nel suo secondo romanzo, Il paese dei coppoloni, candidato al Premio Strega 2015. Un concerto sanguigno, ballabile, vero, dove sarà impossibile sottrarsi ai ritmi e alle magie che da sempre contraddistinguono le composizioni di Vinicio; ancora, l’artista sarà ospite sabato 18 nell’ambito del programma letteratura, per un incontro con i lettori.

Innumerevoli gli artisti presenti a Collisioni, da Antonello Venditti che si racconterà sabato 18, a Fiorella Mannoia, Marco Carta, Luca Carboni, J-AX, Emis Killa, Renato Zero, Eugenio Finardi ecc. Il festival dura cinque giorni dal 17 al 21 Luglio. Ogni giornata presenta un nutrito programma di avvenimenti e concerti. Numerosi gli scrittori presenti: Alessandro Baricco e Gianrico Carofiglio, Scott Turow e Niccolò Ammaniti, Daniel Pennac e Mauro Corona solo per citare i più noti. Insomma, la musica suonata ma anche la narrazione e la descrizione di come le influenze letterarie, spesso contribuiscono alla nascita di grandi creazioni musicali. Idee, conversazioni e contradditori che vedono grandi protagonisti della scena musicale, politica e dello sport, da Arrigo Sacchi a Katia Ricciarelli e Carla Fracci, per proseguire con Massimo Cacciari, Gianni Amelio e Wole Soyinka.

Tanti gli artisti stranieri, presenti a Collisioni 2015, Grapeful Dead, Stu Larsen, Mick Hucknal (il frontman dei Simply Red), Passenger. Il 20 Luglio vedrà protagonista Mark Knopfler, leader carismatico dei Dire Straits. Indimenticabili i suoi fraseggi alla chitarra, che tante composizioni musicali hanno reso indimenticabili.

La conclusione di quest’originale festival è affidata a un artista, che dell’Italia si è innamorato, tanto da stabilirvi la propria residenza. Amante del vino e dei “landscapes” toscani, da anni Sting soggiorna nel nostro paese, apprezzando il nostro modo di vivere, di bere e di mangiare. La terra depositaria di una cultura antica e raffinata, quella del vino, e in particolare di un grandissimo vino, il Barolo, ospiterà una vera e propria icona della musica pop – rock mondiale, capace con il suo “Message in a bottle” d’incantare ed emozionare ogni generazione. Un messaggio, una comunicazione, una condivisione d’intenti affidato a una bottiglia che, ci piace pensarlo, potrebbe essere quella di un vino.

Per info www.collisioni.it

Andrea Frullini