Il Circo Capovolto: in occasione della Giornata della Memoria

VENERDÌ 27 GENNAIO 2017 ore 21.00

Teatro Carena  –  via Ferrero 14, Cumiana

Teatro delle Temperie
presenta

IL CIRCO CAPOVOLTO

in occasione della Giornata della Memoria

Branko Hrabal, rom proveniente dall’Ungheria, giunge dopo un lungo viaggio in un campo nomadi alla periferia di una grande città dove dapprima sembra abbandonarsi all’inedia e alla desolazione, poi, grazie al circo fatiscente ereditato da suo nonno, e alla curiosità dei bambini del campo, sembra poter ritrovare una speranza, un significato, una nuova vita. Lo spettacolo nasce, prima di tutto, dalla curiosità verso un popolo, quello Rom, che pur vivendo all’interno della nostra comunità, non ne ha mai veramente fatto parte e ha nei secoli mantenuto la propria identità pur mescolandosi e immergendosi in culture diverse, fra popoli differenti. Le differenze sono il vero filo rosso di questo spettacolo. Le differenze come valori aggiunti e non come ostacoli, non come limiti invalicabili, non come pretesti per allontanarsi. Le differenze come occasioni, come opportunità, come incontri. Differenze fra chi vive nei campi e chi vive fuori dai campi. Differenze fra chi arriva nei campi e chi nasce già nei campi e da lì non ha nessuna speranza di andarsene. Differenze fra chi non è neppure più in grado di immaginare una differenza per se, per la propria famiglia, per la propria gente e chi invece riesce ancora a vedere negli occhi curiosi dei bambini una possibilità di futuro e forse di riscatto.

il circo capovolto1 (1)

di Andrea Lupo (ispirandosi al romanzo di Milena Magnani)
con Andrea Lupo
regia Andrea Paolucci

durata 70’

Salva