CioccolaTò

16 Febbraio 2017

dott. Vitaliano Alessio Stefanoni
Responsabile Comunicazione e Rapporti con la Stampa
CNA Torino

Cioccolatò torna ad essere manifestazione di livello internazionale a sostegno dei piccoli produttori di territorio

Dichiarazione del Segretario di CNA Torino, Paolo Alberti

La CNA, insieme alle altre Associazioni di categoria ed alla Città di Torino, è stata fin dall’inizio protagonista di Cioccolatò, una manifestazione che è diventata un punto di riferimento nel mondo del cioccolato, con importanti ricadute turistiche nell’ordine delle centinaia di migliaia di visitatori dall’Italia e dall’estero.
Purtroppo, negli ultimi anni, Cioccolatò è andata progressivamente declinando, lo dimostra la pressoché assenza di artigiani e piccole imprese, il vero motore della produzione di alta qualità, che ha lasciato di fatto le multinazionali del cioccolato come uniche protagoniste della manifestazione.
Oggi, Cioccolatò, oltre ad essere disconnessa dalla vocazione produttiva della nostra area, ha perso importanza nel panorama delle manifestazioni del settore, un declino che ha risvolti problematici e rilevanti per l’economia delle nostre aziende che  non hanno più una vetrina prestigiosa, molto importante sia dal punto di vista della promozione che commerciale. aspettando-cioccolato-2017
Abbiamo quindi colto con grande favore la volontà del Comune di Torino di rilanciare questo evento,  in questi mesi si sono succeduti degli incontri, promossi dalla Città,  per discutere con le Associazioni di categoria le linee di intervento per il rilancio dell’iniziativa.
In attesa del perfezionamento della nuova gara per l’assegnazione dell’organizzazione di Cioccolatò, abbiamo sostenuto l’opportunità di dar vita ad un’iniziativa ponte nel 2017, perchè non vi fosse un lungo periodo di vuoto dall’ultima edizione.
Un’iniziativa transitoria e di accompagnamento verso il rilancio di Cioccolatò.
L’aver individuato, da parte della Città, la Camera di Commercio di Torino come potenziale soggetto organizzatore, è certamente una scelta che riteniamo motivata e plausibile. Vanno naturalmente verificati i tempi e le modalità organizzative, per garantire la partecipazione agli artigiani ed alle piccole imprese, anche in relazione ai tempi, alla stagionalità ed alle caratteristiche produttive del settore.
La volontà delle imprese di CNA, è di ripartire su basi nuove, per tornare ad avere una manifestazione all’altezza delle eccellenze presenti sul nostro territorio.