Alternanza scuola-lavoro: sempre più azienda e meno classe

Giorno 3 – 08.02.2017 – 3°C Mecc. – 3°A Ener.

Siamo già al terzo giorno, il lavoro va avanti. Iniziamo davvero a sentirci in un’azienda e non in una classe.

Quelli che erano i nostri compagni sono diventati ormai veri e propri colleghi e questo ci piace perché iniziamo davvero a coinvolgerci in tutto questo, ma come ogni cosa c’è un lato negativo: l’abitudine. Si molti di noi si abitueranno a questo programma lavorativo e quando finirà per molti sarà difficile ritornare sui libri, ritornare alla quotidianità scolastica.

Ma non per questo dobbiamo smettere di lavorare, ora il nostro unico pensiero è il progetto.

Alternanza scuola-lavoro: portafaro
Alternanza scuola-lavoro: portafaro

Oggi, una parte della lampada è conclusa, il portafaro. I Progettisti suddividendosi i lavori hanno davvero velocizzato i tempi, facendo muovere la squadra. Ora tutti i gruppi hanno un vero e proprio punto di partenza: infatti gli Assemblatori hanno controllato l’esattezza del pezzo (misure, dimensione e incastro) ed hanno assemblato il tutto scegliendo la struttura a “DUE PALI”.

Il gruppo dei Costi ha verificato il prezzo della lampadina, della batteria di alimentazione (in assenza del sole) e poi noi del Marketing abbiamo aggiornato il manuale d’uso iniziando a scrivere caratteristiche e uso, aggiungendo anche qualche informazione sulla sicurezza.

C’è da precisare che il portafaro è stato solo lavorato e assemblato su Catia v5, un programma di disegno 3D. E lo so, può sembrare poco ma fidatevi che è molto, perché nonostante la tensione, ce la stiamo mettendo tutta.