Torino Fringe Festival: il teatro invade la città

di Andrea Frullini

5 maggio 2016

Dal 5 al 15 Maggio ritorna, per il quarto anno consecutivo, il Torino Fringe Festival.
Un festival unico nel suo genere, in grado di permeare un’intera città con le emozioni che nascono dai puri gesti teatrali, con volute di creatività e slanci artistici.
Nato dall’idea comune di dieci compagnie teatrali, nel 2013, questo festival è un evento che si attende con ansia, è l’appuntamento annuale con il mondo del teatro in tutte le sue mille sfaccettature. Una messa in scena (è proprio il caso di dirlo) che per dieci giorni invade l’intera città con tantissimi appuntamenti legati al mondo del teatro; recite, performance e anche concerti e workshop.
Dal 5 al 15 maggio Torino vivrà la magia di un mondo recitato; saranno 28 le compagnie (24 italiane e 4 straniere) che allestiranno numerosissimi spettacoli, eterogenei per tematiche e generi, in ogni dove, in spazi convenzionali e no.fringe_interno
Infatti, oltre a varie piazze come Piazza Castello, Carignano, Santa Giulia e Vittorio Veneto che accoglieranno gli spettatori con performance e spettacoli, sviluppando la sezione ToStreet, anche luoghi come il Garage Vian, il Magazzino sul Po o la Sala Espace saranno teatro dell’arte recitativa dei protagonisti. Questo festival oltre a consolidare una visibilità agli addetti ai lavori, permette di sviluppare un percorso creativo che abbraccia diverse manifestazioni del mondo teatrale.
Diversi e particolari gli appuntamenti che sicuramente appagheranno gli amanti di questa forma d’arte, ma anche i semplici curiosi non mancheranno di apprezzare l’offerta davvero varia.
Gli spazi del festival saranno di tre generi: gli Spazi Teatrali (luoghi che diventano nuovi palcoscenici e accolgono la recitazione in ogni sua sfaccettatura), gli Spazi ToStreet (piazze che permettono l’esplosione della vitalità delle numerose performance in programma) e gli Spazi Laboratori (luoghi in cui si approfondiscono argomenti e temi, e dove sono svolti workshop e laboratori).
Indubbio l’alone internazionale che pervade l’intero festival; gli appuntamenti sono davvero tanti e tutti particolarmente interessanti, come si evince consultando il programma completo, scaricabile dal sito ufficiale, davvero ben fatto e di facile fruibilità.

Per informazioni consultare www.tofringe.it